Il trasferimento tecnologico Ŕ una componente essenziale dell'immagine che un ente di ricerca proietta verso l'esterno. E' evidente che ci˛ non vuole significare uno stravolgimento della politica dell'Ente che Ŕ, e rimane, la promozione della ricerca fondamentale, ma significa maggiore attenzione alla realtÓ tecnologica del Paese ed una migliore integrazione con essa. Fondamentale in tale processo Ŕ rendere proficuo il dialogo tra l'INFN ed il sistema industriale, creando un ambiente che favorisca l'acquisizione e la circolazione di informazioni e la disponibilitÓ di competenze specifiche.

Il trasferimento tecnologico consiste  principalmente in:

  • Trasferimento di innovazioni tecnologiche sviluppate nell'ambito dei programmi scientifici dell'Ente ad imprese italiane ed europee ricettive;
  • Formazione del personale e sua qualificazione

Tali obiettivi possono realizzarsi collaborando strettamente con le Confederazioni industriali  ed adattando l'offerta dell'Ente alla domanda delle imprese.

Il CNTF ha il compito di promuovere un'azione locale capillare atta ad individuare la domanda esterna proveniente dalle imprese, sia per quanto riguarda la riqualificazione del personale (stages presso le strutture INFN), che per l'offerta di possibili tecnologie sviluppate dall'Istituto che possano essere trasferite all'industria.

Tali potenziali offerte devono essere discusse con le imprese per valutare il loro reale contenuto tecnologico ad esse trasferibile e, pi¨ in generale, devono rappresentare una sorgente di informazione scientifico-tecnologica a disposizione dell'esterno.

Le aree tecnico-scientifiche in cui l'INFN possiede elevate competenze e strutture tecnologiche adeguate possono indicarsi, a titolo esemplificativo, in:

ELETTRONICA

INFORMATICA

  • Progettazione e sviluppo di circuiti elettronici complessi ed avanzati (microelettronica);
  • Progettazione su CAD elettronico;
  • Uso di tecniche moderne di progettazione elettronica con impiego di logiche programmabili;
  • Elettronica digitale, analogica, sistemi di controllo
  • Sviluppo e gestione di reti informatiche
  • Architettura per il calcolo locale;
  • Software "object-oriented";
  • Gestione di "Database";
  • Sistemi interattivi;
  • Sviluppo di programmi e reti in medicina (telemedicina)

IMPIANTISTICA

MECCANICA

  • Sistemi di sicurezza e controllo remoto;
  • Radioprotezione;
  • Utilizzo di macchine utensili a controllo numerico
  • Utilizzo di macchine utensili a controllo numerico;
  • Progettazione meccanica assistita (CAD meccanico)
  • Assemblaggio di sistemi meccanici complessi - controllo e loro movimentazione;
  • Tecnologia del vuoto e dell'ultravuoto (lavorazioni speciali - saldature - flange - finiture superficiali);
  • Criogenia;
  • Materiali e strumentazione superconduttiva;
  • Progettazione di alimentatori non in continua e impulsati non convenzionali;
  • Progettazione di elettromagneti (dipolari, quadripolari, sestupolari) non convenzionali

ACCELERATORI E METODOLOGIE NUCLEARI

  • Sviluppo di acceleratori dedicati (ad es. per la cura dei tumori);
  • Strumentazioni per il monitoraggio del patrimonio artistico e culturale;
  • Strumentazione per l'imaging medico